Segnalazioni del 25 giugno 2018

In evidenza: ISTAT : stima preliminare del Pil e dell’occupazione a livello territoriale. Comunicato stampa del 25 giugno 2018 - Bollettini ADAPT. Analisi sullo stato di salute dei servizi per il lavoro in Italia. 11 giugno 2018 - INPS dati 2017 su lavoratori domestici, precariato, cassa integrazione. 21 giugno 2018

...e molto altro ancora ....

_________________________________________________________________

In questo numero

ECONOMIA

LAVORO E PREVIDENZA

MIGRAZIONI / ITALIANI ALL’ESTERO

WELFARE / SOCIETA’

 

Inoltre

CALENDARIO

 

ECONOMIA

ISTAT. Stima preliminare del Pil e dell’occupazione a livello territoriale

Comunicato stampa del 25 giugno 2018

Le stime preliminari indicano che nel 2017 il Prodotto interno lordo, a valori concatenati, ha registrato una crescita superiore alla media nazionale nel Nord-ovest e nel Nord-est (+1,8% per entrambe le ripartizioni), una dinamica lievemente inferiore nel Mezzogiorno (+1,4%) e un incremento più modesto nel Centro (+0,9%).

Nel Nord-est i risultati migliori riguardano il settore che comprende commercio, pubblici esercizi, trasporti e telecomunicazioni (+4,7%). Risulta in crescita anche il valore aggiunto dell’industria (+2,3%), dei servizi finanziari, immobiliari e professionali (+1%) e delle costruzioni (+0,4%); in forte calo, invece, il valore aggiunto dell’agricoltura (-6%) e, in misura più contenuta, quello degli altri servizi (-0,6%).

Nel Nord-ovest le maggiori spinte alla crescita si registrano per i servizi finanziari, immobiliari e professionali (+2,6%) e per il commercio, pubblici esercizi, trasporti e telecomunicazioni (+2,1%); seguono gli altri servizi (+1,5%) e l’industria (+1,2%). Anche qui il valore aggiunto dell’agricoltura subisce una contrazione (-3,8%) mentre per il settore delle costruzioni si registra una variazione quasi nulla...

 

LAVORO E PREVIDENZA

 Lo stato di salute dei servizi per il lavoro in Italia

Arianna D’Ascenzo | Bollettino Adapt dell'11 giugno 2018

Il 5 giugno scorso è stato presentato il rapporto sul Monitoraggio sulla struttura e il funzionamento dei servizi per il lavoro 2017, a cura dell’Anpal. Gli esiti del monitoraggio, svolto su un’indagine campionaria di 397 centri per l’impiego “principali” (su un totale di 501), restituiscono una fotografia della realtà dei centri per l’impiego italiani, sotto il profilo organizzativo e funzionale, alla fine del 2016, in un contesto di transizione politica, istituzionale, economica e normativa che vede assegnata una rinnovata centralità ai servizi pubblici per l’impiego nelle dinamiche di intermediazione nel mercato del lavoro e di gestione delle politiche attive…

http://www.bollettinoadapt.it/i-punti-principali-del-rapporto-sul-monitoraggio-sulla-struttura-e-il-funzionamento-dei-servizi-per-il-lavoro-2017/

Il ruolo della contrattazione aziendale per il rilancio della produttività del lavoro. Sintesi di una ricerca empirica

Lorenzo Patacchia, Silvia Scocca | Bollettino Adapt dell'11 giugno 2018

La ricerca condotta dal Centro Interuniversitario “Ezio Tarantelli”, dal titolo Contrattazioni integrative aziendali e produttività: nuove evidenze empiriche sulle imprese italiane, porta un deciso contributo al dibattito sul decentramento contrattuale nel sistema italiano di relazioni industriali. Basata sulla banca dati ISTAT contenente informazioni relative alle imprese del settore privato con più di 15 dipendenti (agricoltura esclusa), l’analisi si propone di individuare i fattori che determinano la presenza di una contrattazione decentrata e la relazione che sussiste tra questa e il livello di produttività/competitività di un’azienda

http://www.bollettinoadapt.it/il-ruolo-della-contrattazione-aziendale-per-il-rilancio-della-produttivita-del-lavoro-sintesi-di-una-ricerca-empirica/

 

INPS. Pubblicati i dati 2017 dell'Osservatorio sui lavoratori domestici

21 giugno 2018

È stato pubblicato l’Osservatorio sui lavoratori domestici con i dati del 2017.

Lo scorso anno i lavoratori domestici contribuenti dell’INPS sono stati 864.526, con un decremento del -1,0% rispetto al 2016.

Una più ampia diminuzione si è registrata nel 2014 rispetto ai dati 2013 (-5,2%) e nel 2013 rispetto al 2012 (-5,1%), anno in cui si è registrato, invece, un forte aumento del numero di lavoratori per effetto della sanatoria riguardante i lavoratori extracomunitari irregolari.

La Lombardia è la regione che registra in Italia il maggior numero di lavoratori domestici, 156.092, pari al 18,1%, seguita dal Lazio (14,9%), dall’Emilia Romagna (8,8%) e dalla Toscana (8,6%). In queste quattro regioni si concentra più della metà dei lavoratori domestici in Italia.

 

INPS. Pubblicato l’Osservatorio sul precariato con i dati di aprile 2018

21 giugno 2018

Sono stati pubblicati i dati di aprile 2018 dell’Osservatorio sul precariato. Le assunzioni, riferite ai soli datori di lavoro privati, nel periodo gennaio-aprile 2018 sono state in tutto 2.429mila: sono aumentate del 10,4% rispetto allo stesso periodo del 2017. In crescita risultano tutte le componenti: contratti a tempo indeterminato +4%, contratti di apprendistato +14,5%, contratti a tempo determinato +8,6%, contratti stagionali +3,6%, contratti in somministrazione +23,2% e contratti intermittenti +11,1%.

Nei primi quattro mesi dell’anno si conferma l’aumento delle trasformazioni da tempo determinato a tempo indeterminato (+65mila), che registrano un forte incremento rispetto al periodo gennaio-aprile 2017 (+68,1%). In contrazione risultano invece i rapporti di apprendistato confermati alla conclusione del periodo formativo (-19,5%).

Le cessazioni nel complesso sono state 1.883mila, in aumento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (+15,7%): a crescere sono le cessazioni di tutte le tipologie di rapporti a termine, soprattutto i contratti a tempo determinato e in somministrazione, mentre diminuiscono quelle dei rapporti a tempo indeterminato (-4,4%)…

 

INPS. Pubblicato l'Osservatorio Cassa Integrazione Guadagni di maggio 2018

21 giugno 2018

Pubblicato l’Osservatorio Cassa Integrazione Guadagni maggio 2018. Il numero di ore di cassa integrazione complessivamente autorizzate a maggio 2018 è stato di 23,9 milioni, in diminuzione del 39% rispetto allo stesso mese del 2017 (39,1 milioni).

Nel dettaglio, le ore autorizzate per gli interventi di:

  • Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria (CIGO) sono state 10,83 milioni, in aumento dello 0,5% rispetto a maggio 2017, quando erano state 10,78 milioni;
  • Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria ( CIGS) sono state 12,8 milioni, in diminuzione del 52,4% rispetto a maggio 2017, che aveva registrato 26,9 milioni di ore autorizzate;
  • Cassa Integrazione Guadagni in Deroga (CIGD) sono state 0,2 milioni, in decremento del 84,2% rispetto a maggio 2017, quando erano state autorizzate 1,4 milioni di ore.

Ad aprile 2018 sono state presentate 118.361 domande di NASpI. Nello stesso mese sono state inoltrate 1.876 domande di ASpI, mini ASpI, disoccupazione e mobilità, per un totale di 121.387 domande, in aumento del 14,9% rispetto al mese di aprile 2017 (105.631 domande)

 

 

MIGRAZIONI / ITALIANI ALL’ESTERO

 

Caritas. Rifugiati: dossier sulla sfida dell'accoglienza

In occasione della Giornata internazionale del Rifugiato (20 giugno) Caritas Italiana pubblica un Dossier con dati, testimonianze dal titolo “Rifugiati: la sfida dell’accoglienza”. Nel mondo sono circa 68,5 milioni - secondo l’ultimo rapporto dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) - le persone costrette a lasciare le proprie. Di questi 25,54 milioni sono rifugiati, 40 milioni sfollati interni e 3,1 milioni i richiedenti asilo. L’85% dei rifugiati sono accolti dai paesi in via di sviluppo e il 68% proviene da 5 Paesi: Siria 6,3 milioni, Afghanistan 2,6 milioni, Sud Sudan 2,4 milioni, Myanmar 1,2 milioni, Somalia 986.400...

 

 

WELFARE / SOCIETA’ / DIRITTI FONDAMENTALI

 

Osservatorio Conti Pubblici Italiani - Università Cattolica Milano

Reddito di cittadinanza: un confronto con l'Europa

Tutti i paesi europei hanno adottato misure per garantire un reddito minimo. Il reddito di cittadinanza incluso nel programma del nuovo governo, se adottato nelle modalità finora considerate, sarebbe però il più generoso dei sistemi di reddito minimo esistenti in Europa in termini monetari, e tra i più generosi in termini di obblighi del beneficiario...

Il Rapporto

 

Italia Caritas 2018 - Mensile della Caritas Italiana

Numero 5 - giugno/luglio 2018

Empori d’Italia. Un argine contro povertà e spreco.

Carcere. Giustizia di comunità, la pena che va oltre la vendetta | Nord Africa. Transito o approdo? Sempre inferno… | Campagna “Chiudiamo la forbice”, combattiamo le diseguaglianze

 

ISTAT. La percezione della sicurezza

Periodo di riferimento: Anni 2015-2016

Data di pubblicazione: 22 giugno 2018

L’indagine sulla “Sicurezza dei cittadini” fornisce un quadro articolato di indicatori sulla preoccupazione di subire reati e delle relative conseguenze e sul livello di degrado socio-ambientale della zona in cui si vive.

Nel 2015-2016 si stima che il 27,6% dei cittadini si ritiene poco o per niente sicuro uscendo da solo di sera, per il 38,2% la paura della criminalità influenza molto o abbastanza le proprie abitudini.

Rispetto alle precedenti rilevazioni la percezione di insicurezza risulta stabile mentre si riduce l’influenza della criminalità sulle abitudini di vita (dal 48,5% al 38,2%).

Il senso di insicurezza delle donne è decisamente maggiore di quello degli uomini: il 36,6% non esce di sera per paura (a fronte dell’8,5% degli uomini), il 35,3% quando esce da sola di sera non si sente sicura (il 19,3% degli uomini). Gli anziani hanno un profilo di insicurezza simile. A fronte di tali preoccupazioni, la quota di persone che ha sperimentato la paura concreta di essere sul punto di subire un reato nei tre mesi precedenti l’intervista è pari al 6,4% (7,2% donne e 5,6% uomini)...

Il Rapporto

 

ISTAT. Spese per consumi delle famiglie

Periodo di riferimento: Anno 2017

Data di pubblicazione: 19 giugno 2018

Nel 2017, la spesa media mensile familiare in valori correnti è stimata pari a 2.564 euro (+1,6% rispetto al 2016, +3,8% nei confronti del 2013, anno di minimo per la spesa delle famiglie).

Sebbene si confermi in crescita per il quarto anno consecutivo, la spesa media mensile familiare rimane al di sotto dei 2.640 euro del 2011, anno cui hanno fatto seguito due di forte contrazione (-6,4% in totale).

Considerando la ripresa della dinamica inflazionistica (+1,2% nel 2017 rispetto al -0,1% del 2016, quando la spesa media mensile era salita dell’1,0%), l’incremento di spesa in termini reali subisce un rallentamento.

Al netto del costo stimato degli affitti figurativi, cioè la spesa che le famiglie dovrebbero sostenere per prendere in affitto un’abitazione con caratteristiche identiche a quella in cui vivono e di cui sono proprietarie, usufruttuarie o che hanno in uso gratuito, la spesa media familiare è pari a 1.977 euro, +2,2% rispetto al 2016.

Il livello medio della spesa alimentare è stimato pari a 457 euro mensili (+2,0% rispetto ai 448 euro del 2016). Quella per carni resta la componente alimentare più importante, attestandosi a 94 euro mensili. Le spese per vegetali aumentano del 4,2%, quelle per frutta del 3,8%, salendo rispettivamente a 63 euro e a 43 euro mensili.

La spesa per beni e servizi non alimentari è 2.107 euro al mese. La voce di spesa più elevata è quella per abitazione, acqua, elettricità e altri combustibili, manutenzione ordinaria e straordinaria, pari a 898 euro mensili (il 35,0% del totale), seguita da quella per trasporti (290 euro, l’11,3%). Crescono le spese per servizi sanitari e salute (+8,0%), per trasporti (+7,1%) e per comunicazioni (+2,5%).

Permangono ampie le differenze sul territorio, legate ai livelli di reddito, ai prezzi e ai comportamenti di spesa. Il divario tra il valore più elevato del Nord-ovest (2.875 euro) e quello più basso delle Isole (1.983 euro) è sostanzialmente stabile e pari a poco meno di 900 euro, il 45,0% in più in termini relativi.

Nei comuni centro di area metropolitana si spendono mediamente 2.829 euro, 206 euro in più rispetto ai comuni periferici delle aree metropolitane e a quelli con almeno 50mila abitanti, e 375 euro in più rispetto agli altri comuni fino a 50mila abitanti. Sono tuttavia i secondi a registrare la maggiore crescita (+4,0%).

Il Rapporto

 

 

 

CALENDARIO

 

Calendario uscite programmate

26 giugno 2018

Povertà in Italia | Anno 2017

27 giugno 2018

Fiducia dei consumatori e delle imprese | Giugno 2018

2 luglio 2018

Occupati e disoccupati (stima provvisoria) | Maggio 2018

6 luglio 2018

Nota mensile sull'andamento dell'economia italiana | Giugno 2018

 

 

 

26 e 27 giugno 2018

EcoForum- L’economia circolare dei rifiuti

Roma Eventi Piazza di Spagna – Via Alibert 5/a, Roma - ore 9,30

Il 2018 è l’anno della definitiva approvazione del nuovo pacchetto di direttive europee sull’economia circolare. Una serie di misure attese da tempo, destinate ad accelerare, se recepite con rapidità ed efficacia, la transizione verso una nuova economia, più forte perché più sostenibile.

A sostenere lo sforzo di istituzioni, imprese e consumatori saranno sia le risorse finanziarie previste dai Fondi strutturali e d’investimento europei per la gestione dei rifiuti, sia quelle per la ricerca e l’innovazione tecnologica.

Stiamo entrando, insomma, in un nuova era quella dell’economia circolare 4.0, che può rappresentare una svolta epocale per l’economia, la creazione di lavoro, l’ambiente e la salute dei cittadini. Una sfida di straordinario interesse per il nostro Paese.

Il Forum 2018 vedrà protagoniste le migliori esperienze del settore e svilupperà proposte concrete per la crescita, nel nuovo contesto europeo, dell’economia circolare italiana.

Il 27 giugno prevista la presentazione del premio Comuni Ricicloni.

Per saperne di più

 

27 giugno 2018

Non solo redistribuzione: le politiche di contrasto alla disuguaglianza

Roma, Sala conferenze Fondazione Basso - ore 15.30

Una riflessione a partire da: World Inequality Report 2018 (di Alvaredo, Chancel, Piketty, Saez, Zucman) e Innovazione e lavoro per riformare il capitalismo (a cura di L. Pennacchi e R. Sanna, Ediesse, con saggi di Antonelli, Bellofiore, Ciarini, Dosi, Garibaldo, Gramolati, Guarascio, Lucarelli, Paci, Pagano, Romano, Sateriale, Simonazzi, Travaglini, Vertova)

Per saperne di più