F&L N. 114-115 "La generazione della sfida quotidiana – Parte II"

Aprile - Settembre 1985 Tema: "La generazione della sfida quotidiana – Parte II"

L’INTEGRAZIONE: TEMPO LIBERO, SCUOLA, FORMAZIONE, LAVORO

L’integrazione: esigenze contraddittorie, ambiti e strumenti
È possibile un’integrazione senza partecipazione a livello politico?
Il grado di integrazione della seconda generazione
La Svizzera e la xenofobia
Come la seconda generazione recepisce il razzismo

IL TEMPO LIBERO: GLI ITALOS TRA INTEGRAZIONE E GHETTIZZAZIONE


Il tempo come “dimensione”: pianificazione e spontaneismo.
Tempo ciclico, tempo ritmico e tempo libero
I governi svizzeri e il tempo libero
Il tempo libero delle ragazze
Con chi passano il tempo libero i giovani intervistati?
Le attività del tempo libero
I punti di incontro
I giovani immigrati e i giornali
I giovani immigrati e la televisione
Fruizione attiva o passiva del tempo libero?

LA LUNGA STORIA DELL’EMARGINAZIONE:LA SCUOLA

Selezione e discriminazione: fine degli anni 60
L’emigrazione si difende: sorgono i comitati dei genitori (anni 70)
Dall’emarginazione al recupero: il centro informazioni scolastiche di zurigo (1973)
Il consultorio familiare di Basilea (1978)
Il centro pedagogico-didattico di Berna (inizi anni 80)
La “permanence-ecole” di Ginevra (1984)
Il servizio di sostegno pedagogico del Ticino (1984)
Gli interventi istituzionali (1985)
L’intervento in età prescolare
Classi d’inserimento, doposcuola e corsi di sostegno
La partecipazione dei genitori stranieri: informazione, consultazione, ma non codecisione (1983)
Il principio dell’interculturalismo si fa strada
Interculturalismo: alcuni passi concreti
I corsi di lingua e cultura: valutazioni, gradimento, prospettive
I corsi e l’italia di oggi
Scuole italiane ed integrazione
La situazione oggi secondo il bilancio più recente: fine dell’emarginazione?
Gli ostacoli di fondo all’integrazione scolastica
All’uscita della scuola dell’obbligo: privilegiati ed esclusi
Sviluppi e prospettive

LA FORMAZIONE PROFESSIONALE: PRIVILEGIATI ED ESCLUSI

Carriere e vicoli ciechi: il quadro svizzero tedesco
“biculturali” e “assimilati”: il quadro romando
Privilegiati ed esclusi: il quadro che emerge dalla nos sta nelle tre aree linguistiche
Cambio d’epoca e nuove tecnologie
Diminuzione delle nascite: una chance?
Sviluppo della formazione professionale per i giovani in Svizzera
Formazione professionale e seconda generazione
ALTRE MODALITA’ DI INTERVENTO
Dall’addestramento alla formazione polivalente
L’intervento formativo in emigrazione: mete intermedie
Proposta formativa: come processo e non come modello
La formazione di recupero
Una formazione a due uscite: garanzia di sopravvivenza per gli emarginati?
La funzione degli enti di formazione italiani

BIBLIOGRAFIA GENERALE

APPENDICI


Colloqui di gruppo e interviste con giovani
Questionario
Raccomandazioni per la scolarizzazione dei bambini  
Decreto interministeriale dell’11 luglio 1986 (sul riconoscimento in Italia degli attestati di qualifica conseguiti all’estero da formatori italiani)